Dipendenza da alcol e consumo nocivo di alcol – Alcol-Use Disorders – National Library of Medicine

Dipendenza da alcol e consumo nocivo di alcol - Alcol-Use Disorders - National Library of Medicine

2.1. INTRODUZIONE

L’alcol viene assorbito rapidamente nell’intestino e raggiunge il cervello subito dopo aver bevuto. Questo porta rapidamente ai cambiamenti coordinamento che aumentano il rischio di incidenti ed infortuni, soprattutto quando si guida un veicolo o macchinari operativo, e quando combinato con altri farmaci sedativi (ad esempio benzodiazepine). I suoi effetti negativi sull’umore e il giudizio può aumentare il rischio di violenza e crimini violenti. Pesante il consumo cronico di alcol aumenta il rischio di disturbi di salute mentale tra cui depressione. ansia. psicosi. menomazioni della memoria e l’apprendimento, la dipendenza da alcol e un aumento del rischio di suicidio. Sia acuta che cronica bere pesante può contribuire a una vasta gamma di problemi sociali, tra cui la violenza domestica e la rottura coniugale, gli abusi sui minori e di abbandono, l’assenteismo e la perdita di posti di lavoro (Drummond, 1990; Capo et al.. 2002; Velleman & Orford, 1999).

L’alcol presenta particolarmente gravi conseguenze nei giovani a causa di un più elevato livello di vulnerabilità agli effetti negativi dell’alcool (vedere Sezione 2.12 su popolazioni speciali).

2.2. DEFINIZIONI

La definizione di uso nocivo di alcol in questa linea guida è quella di whos Classificazione Internazionale delle Malattie, 10a revisione (L’ICD-10 Classificazione delle mentali e comportamentali Disturbi ) (ICD-10; WHO, 1992):

un modello di uso di sostanze psicoattive che causa danni alla salute. Il danno può essere fisica (ad esempio epatite) o (episodi depressivi esempio secondarie all’assunzione di alcol) mentali. consumo dannoso comunemente, ma non sempre, ha conseguenze sociali negativi; conseguenze sociali di per sé, tuttavia, non sono sufficienti a giustificare una diagnosi di consumo dannoso.

Il termine è stato introdotto nel ICD-10 e sostituito ‘uso non-dipendente’ come termine diagnostico. L’equivalente più in altri sistemi diagnostici (ad esempio, la Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali della American Psychiatric Association [APA, 1994], attualmente alla sua quarta edizione [DSM-IV]) è ‘abuso di alcol’, che di solito comprende conseguenze sociali.

In ICD-10 della ‘sindrome di dipendenza’ è definito come:

un gruppo di fenomeni comportamentali, cognitivi e fisiologici che si sviluppano dopo uso di sostanze ripetuto e che includono tipicamente un forte desiderio di prendere il farmaco, difficoltà nel controllare il suo uso, persistendo nel suo utilizzo nonostante le conseguenze dannose, una maggiore priorità data al consumo di droghe di ad altre attività e obblighi, una maggiore tolleranza, e talvolta uno stato di astinenza fisica.

Nel linguaggio più comune e nei sistemi di classificazione malattia precedenti questo è stato indicato come ‘alcolismo’. Tuttavia, il termine ‘dipendenza da alcol’ è preferito perché è più preciso e più affidabile definito e misurato utilizzando i criteri di ICD-10 (Text Box 1).

ICD-10 linee guida diagnostici per la sindrome di dipendenza (WHO, 1992). Una diagnosi definitiva di dipendenza dovrebbe essere fatta di solito solo se tre o più dei seguenti sono stati presenti insieme a un certo momento nel corso dell’anno precedente: un forte desiderio (di più.)

Sebbene dipendenza da alcol è definito in ICD-10 e DSM-IV in termini categorici per scopi diagnostici e statistici come sia presente o assente, in realtà la dipendenza esiste su un continuum di gravità. Pertanto, è utile da un punto di vista clinico per suddividere la dipendenza in categorie di lieve, moderata e grave. Le persone con dipendenza lieve (quelli segnando 15 o meno sulla gravità della dipendenza da alcol Questionnaire [SADQ]) di solito non è necessario assistito ritiro di alcol. Le persone con dipendenza moderata (con un punteggio di SADQ tra i 15 ei 30) di solito hanno bisogno di astinenza da alcol assistita, che in genere può essere gestito in un ambiente comunitario a meno che non ci sono altri rischi. Le persone che sono gravemente alcol dipendenti (con un punteggio SADQ di 31 o più) dovranno assistito ritiro di alcol, di solito in un ricoverato o di ambiente residenziale. In questa linea guida queste definizioni di gravità sono usati per guidare la selezione di interventi appropriati.

2.3. EPIDEMIOLOGIA DI ALCOOL

2.3.1. Prevalenza

Mentre il governo e definizioni Royal College ‘di nocivi livelli di bere e di rischio del consumo di alcol forniscono punti di riferimento utili per stimare la prevalenza dei disturbi alcol-uso nella popolazione generale e monitorare le tendenze nel corso del tempo, hanno una serie di limitazioni. Ciò è particolarmente evidente quando esamina il rischio individuale di danni alcol-correlati ad un determinato livello di consumo di alcol.

Secondo l’OMS, l’alcol è implicato come fattore di rischio in più di 60 disturbi di salute tra cui l’ipertensione. ictus. malattia coronarica. cirrosi epatica e vari tipi di cancro. La misura in cui questi disturbi sono attribuibili all’alcol varia. Questo è noto come frazione alcol attribuibile (AAF). L’AAF per la malattia epatica alcolica e avvelenamento da alcol è 1 (o 100% di alcol attribuibile) (WHO, 2000). Per altre malattie come il cancro e malattie cardiache AAF è inferiore a 1 (cioè, parte attribuibile all’alcol) o 0 (cioè, non attribuibile all’alcol). Inoltre, l’AAF varia con l’età e il sesso. Inoltre, come osservato in precedenza, il rischio di aumento dei livelli di consumo di alcol è diverso per i diversi disturbi di salute. Il rischio di un dato livello di consumo di alcol è anche legato al sesso, peso corporeo, stato nutrizionale, l’uso concomitante di una serie di farmaci, lo stato di salute mentale, fattori di contesto e di degrado sociale, tra gli altri fattori. Pertanto non è possibile definire un livello in cui l’alcol è universalmente senza rischio di danni.

2.3.2. Salute mentale

Uno studio britannico ha trovato il 26% dei pazienti di comunità del team di salute mentale erano pericolosi o nocivi bevitori e il 9% erano alcol dipendenti (Weaver et al.. 2003). Nello stesso studio che ha esaminato i pazienti che frequentano i servizi di trattamento di alcol specialistici, nel complesso l’85% ha avuto un disturbo psichiatrico in aggiunta a dipendenza da alcol. Ottantuno per cento ha avuto un disturbo affettivo e / o ansia (grave depressione 34%;. Depressione lieve, il 47%, l’ansia, il 32%), il 53% ha avuto un disturbo di personalità e il 19% ha avuto un disturbo psicotico.

2.3.3. Problemi sociali

2.3.4. delinquenza

Circa due terzi dei prigionieri maschi e più di un terzo dei prigionieri di sesso femminile sono bevitori pericolosi o nocivi, e fino al 70% dei clienti di libertà vigilata sono bevitori pericolosi o nocivi (Singleton et al.. 1998).

2.3.5. impatto sulla salute pubblica

Le conseguenze per la salute di alcol, tra morti per malattia epatica alcolica, sono in aumento nel Regno Unito a fronte di una riduzione di molti altri paesi europei (Leon & McCambridge, 2006). Inoltre, l’età in cui si verificano decessi per malattia epatica alcolica è in calo nel Regno Unito, che è in parte attribuibile al crescente consumo di alcol nei giovani (Office for National Statistics, 2003).

2.4. EZIOLOGIA

Non esiste un unico fattore che spiega la variazione del rischio individuale di sviluppare disturbi alcol-uso. L’evidenza suggerisce che l’uso nocivo di alcol e dipendenza da alcol hanno una vasta gamma di fattori causali, alcuni dei quali interagiscono tra loro per aumentare il rischio.

2.4.1. Storia famigliare

2.4.2. fattori psicologici

2.4.3. fattori di personalità

2.4.4. comorbilità psichiatrica

Come osservato in precedenza, le persone che sono alcol dipendenti hanno più alti tassi di comorbilità con altri disturbi psichiatrici, in particolare depressione. ansia. disturbo post-traumatico da stress (PTSD), psicosi e abuso di droghe, rispetto alle persone nella popolazione generale. L’alcol può, almeno temporaneamente, ridurre i sintomi di ansia e depressione, che porta alla teoria che l’uso di alcol in questa situazione è una forma di ‘automedicazione’. Questa teoria, tuttavia, manca il supporto sperimentale chiara, e gli effetti a lungo termine di alcol peggiorare questi disturbi.

2.4.5. Stress, eventi di vita negativi e abusi

2.4.6. Altri fattori ambientali e culturali

2.5. CORSO DI consumo nocivo di alcol e dipendenza

consumo nocivo di alcol e la dipendenza sono relativamente raro prima dell’età di 15 anni, ma aumentano sensibilmente a raggiungere un picco nei primi anni ’20, essendo questo il periodo in cui uso di alcol-disturbi sono più probabilità di iniziare. Uno studio di popolazione generale degli Stati Uniti ha trovato la prevalenza della dipendenza da alcol al 2% in 12 ei 17 anni, sale al 12% in 18 ai 20 anni di età (Grant et al.. 2004a). Da allora in poi, la prevalenza dei disturbi alcol-uso diminuisce progressivamente con l’età. Lo stesso studio statunitense ha scoperto la prevalenza della dipendenza è stata del 4% a 30 a 34 anni di età e il 1,5% in 50 a 54 anni di età. Uno studio condotto nel Regno Unito simile trovato la prevalenza della dipendenza da alcol al 6% in 16 a 19 anni di età, 8,2% in 20- a 24 anni di età, 3,6% in 30 a 34 anni di età e 2,3% in da 50 a 54 anni di età (Drummond et al.. 2005). Pertanto, è chiaro che vi è una sostanziale remissione di disturbi alcol-uso nel tempo. Gran parte di questa remissione avviene senza contatto con i servizi di trattamento di alcol (Dawson et al.. 2005a).

2.6. FARMACOLOGIA DI ALCOOL

L’alcol è una sostanza tossica e la sua tossicità è correlata alla quantità e durata del consumo di alcol. Può avere effetti tossici su ogni organo del corpo. Nel cervello. in un singolo episodio di bere, aumentando i livelli di piombo alcol inizialmente alla stimolazione (vissuto come piacere), eccitazione e loquacità. A concentrazioni crescenti di alcol provoca sedazione che porta a sensazioni di relax, poi a difficoltà di parola, instabilità, perdita di coordinazione, incontinenza, coma e infine la morte attraverso intossicazione da alcol, a causa della sedazione delle funzioni vitali del cervello sulla respirazione e la circolazione.

2.7. IDENTIFICAZIONE E DIAGNOSI

Poiché dipendenza da alcol è associato ad un più alto livello di problemi e un corso più cronica, e richiede un livello elevato di intervento medico e psichiatrico. è essenziale che gli operatori nei servizi specialistici di alcool sono in grado di diagnosticare in modo appropriato e valutare la dipendenza da alcol.

2.8. IL RUOLO DEL TRATTAMENTO E GESTIONE

Il ruolo primario del trattamento specialistico è quello di aiutare l’individuo a ridurre o smettere di bere alcol in modo sicuro (Agenzia Nazionale di trattamento per l’abuso di sostanze, 2006). Nelle fasi iniziali di impegno con servizi specialistici, gli utenti dei servizi possono essere ambivalenti di cambiare il loro comportamento bere o trattare con i loro problemi. A questo punto, operare per accrescere la motivazione degli utenti del servizio per rendere i cambiamenti e l’impegno con il trattamento sarà particolarmente importante.

Per le persone che sono dipendenti dall’alcol, la fase successiva del trattamento può richiedere il ritiro di alcol medicalmente assistita, se necessario con farmaci per controllare i sintomi e le complicazioni del ritiro. Per le persone con dipendenza da alcol grave e / o significative comorbidità fisico o psichiatrico, questo potrebbe richiedere assistito ritiro di alcol in un ricoverato o di ambiente residenziale, come ad esempio un’unità specializzata NHS trattamento della dipendenza ospedaliera (Specialista Clinica Addiction Network, 2006). Per la maggior parte, però, il ritiro di alcol può essere gestito nella comunità sia come parte di cura condivisa con GP del paziente o in un programma di astinenza da alcol assistita ambulatoriale o home-based, con adeguato sostegno professionale e familiare (Raistrick et al.. 2006). Trattamento di astinenza da alcol è, tuttavia, solo l’inizio di riabilitazione e, per molti, un precursore necessario un processo di trattamento a lungo termine. gestione di prelievo non deve quindi essere considerata come trattamento autonomo.

Le persone che sono alcol dipendenti e che recentemente hanno smesso di bere sono vulnerabili alla ricaduta, e spesso hanno molti problemi irrisolti co -occurring che predispongono alla recidiva (ad esempio, comorbidità psichiatrica e problemi sociali) (Marlatt & Gordon, 1985). In questa fase, il ruolo primario del trattamento è la prevenzione di ricaduta. Ciò dovrebbe includere interventi finalizzati principalmente al comportamento bere, tra cui interventi psicosociali e farmacologici, e interventi volti a affrontare i problemi concomitanti. Gli interventi volti a prevenire le ricadute includono la terapia individuale (per esempio, la terapia valorizzazione motivazionale [MET], la terapia cognitivo comportamentale [CBT]), terapie di gruppo e famiglia fondata. programmi basati sulla comunità e di riabilitazione residenziale, farmaci per attenuare bere o promuovono l’astinenza (per esempio, naltrexone. acamprosate o disulfiram) e interventi di promuovere il sostegno e l’integrazione sociale (ad esempio, il comportamento sociale e la terapia della rete [SBNT] o la facilitazione di 12 punti [ TSF]) (Raistrick et al.. 2006).

Spesso, le persone che sono dipendenti di alcol (in particolare nel periodo post-ritiro immediato) hanno difficoltà a far fronte alle sfide della vita tipici come gestire le loro finanze o si occupano di relazioni. Essi richiedono pertanto un ulteriore sostegno diretto a queste aree di funzionamento sociale. problemi sociali specifici come senzatetto, l’isolamento, fallimenti matrimoniali, problemi di assistenza all’infanzia, tra cui problemi di genitorialità, gli abusi sui minori e abbandono richiederà rinvio a, e, collegamento con i servizi di assistenza sociale adeguati (Agenzia Nazionale di trattamento per l’abuso di sostanze, 2006). Una parte degli utenti del servizio che entrano trattamento specialistico sono coinvolti con il sistema di giustizia penale e alcuni possono essere che entrano in terapia come condizione di un ordine del tribunale. Pertanto, adeguato collegamento con i servizi di giustizia penale è essenziale per questo gruppo.

Le persone che sono dipendenti di alcol sono spesso in grado di prendersi cura della loro salute durante i periodi che bevono e che sono ad alto rischio di sviluppare una vasta gamma di problemi di salute a causa della loro potabile (Rehm et al.. 2003). Personale trattamento devono pertanto essere in grado di individuare e valutare le conseguenze fisiche per la salute del consumo di alcol, e si riferiscono ai pazienti di appropriarsi servizi medici.

Nelle fasi successive di trattamento. il focus sarà più sulla reinserimento nella società e il ripristino della normale funzione, compresa l’istituzione di uno stile di vita sano, trovare un alloggio stabile, rientrando lavoro, ristabilendo il contatto con le loro famiglie, e la formazione adeguata e soddisfacente relazioni (Agenzia Trattamento nazionale per la sostanza L’uso improprio, 2006). Tutti questi fattori sono importanti per promuovere il recupero stabile a lungo termine.

2.9. CURA corrente nel servizio sanitario nazionale

Il Anarp 2004 ha rilevato che solo uno su 18 persone che erano alcol dipendenti nella popolazione generale accessibili trattamento annuo. L’accesso varia considerevolmente da un 12 nel Nord Ovest a uno in 102 nel Nord Est dell’Inghilterra (Drummond et al.. 2005).

2.10. ORGANIZZAZIONI utente del servizio

2.11. Impatto sulle famiglie

Gli effetti negativi della dipendenza da alcol sui membri della famiglia sono notevoli. I matrimoni in cui uno o entrambi i partner hanno un problema di alcol sono due volte più probabilità di finire in divorzio come quelle in cui l’alcol non è un problema. Quasi un milione di bambini vivono con uno o più genitori che abusano di alcol e il 6% degli adulti dichiara di essere cresciuto in una famiglia. L’alcol è implicato in una elevata percentuale di casi di abbandono di minori e abuso, e bere pesante è stato identificato come un fattore nel 50% dei casi di protezione del bambino (Orford et al.. 2005).

Tutto questo sottolinea l’importanza di affrontare i bisogni dei familiari di persone che abusano di alcol. Ciò include la necessità di servizi di trattamento specialistici per valutare l’impatto del bere del singolo sui membri della famiglia e la necessità di garantire la sicurezza dei bambini che vivono con le persone che abusano di alcol.

2.12. Popolazioni speciali

2.12.1. I bambini ei giovani

Alti tassi di depressione e ansia sono stati riportati in adolescenti con disturbi alcol-uso, con un aumento dei tassi di suicidio. Tra popolazioni cliniche per i disturbi alcol-uso vi è stato un aumento del tasso di sintomi di ansia e disordine, PTSD e fobie sociali (Clark et al.. 1997a e 1997b). Per i giovani la presentazione potrebbe essere diverso, perché la dipendenza non è comune, con binge drinking è il modello visto più spesso, spesso al fianco di poliassunzione. Criminalità e il comportamento offensivo sono spesso strettamente legate all’abuso di alcol nei bambini e negli adolescenti. Collegamento con i servizi di giustizia penale è necessario garantire che adeguata -ordination co di protocolli di cura e di comunicazione efficace e di condivisione delle informazioni sono a posto.

2.12.2. fornitura di servizi di corrente per bambini e giovani

2.12.3. Le persone anziane

Inoltre, è importante notare che a causa di cambiamenti legati all’età nel metabolismo. intercorrente cattiva salute, cambiando le circostanze della vita e le interazioni con i farmaci, le linee guida bere ragionevoli per giovani adulti non può essere applicabile alle persone anziane (Reid & Anderson, 1997). livelli equivalenti di consumo di alcol daranno luogo a una maggiore concentrazione di alcol nel sangue nelle persone anziane rispetto ai giovani (Reid & Anderson, 1997). L’Istituto nazionale degli Stati Uniti di abuso di alcool e l’alcolismo (NIAAA) ha pertanto raccomandato di persone di età superiore ai 65 anni dovrebbero bere non più di un bicchiere (1,5 unità del Regno Unito) al giorno e non più di sette drink (10,5 unità UK) a settimana. Non ci sono raccomandazioni simili per gli anziani nel Regno Unito. Un problema correlato è che gli strumenti di rilevazione dell’alcolemia standard come l’audit può richiedere una soglia più bassa da applicare nelle persone anziane (O’Connell et al.. 2003).

Le persone anziane sono almeno altrettanto probabile che, come i giovani di beneficiare di un trattamento di alcol (Curtis et al.. 1989). I medici hanno quindi bisogno di essere vigili per identificare e trattare le persone anziane che abusano di alcol. Dato che le persone anziane sono più probabilità di avere problemi di salute concomitanti fisica e mentale e di essere isolati socialmente, una soglia più bassa per l’ammissione di astinenza da alcol assistita può essere richiesto (Dar, 2006). Inoltre, in vista delle variazioni del metabolismo. potenziali interazioni farmacologiche e comorbilità fisica, dosaggi per i farmaci per il trattamento di astinenza da alcol e prevenire la ricaduta potrebbe essere necessario ridurre nelle persone anziane (Dar, 2006). Questi problemi sono trattati più in dettaglio nei rispettivi capitoli.

2.12.4. Persone senza fissa dimora

Vi è un’alta prevalenza di abuso di alcol (così come la salute mentale e fisica, e problemi sociali) tra le persone che sono senza casa. La prevalenza di disturbi alcol-uso in questa popolazione è stato segnalato per essere tra il 38 e il 50% nel Regno Unito (Gill et al.. 1996; Harrison & Luck, 1997). Negli Stati Uniti, gli studi di questa popolazione in genere riportano tassi di prevalenza di 20 a 45%, a seconda dei metodi di campionamento e definizioni (Institute of Medicine, 1988).

I senzatetto che abusano di alcol hanno particolari difficoltà a coinvolgere i servizi di alcol tradizionali, spesso a causa di difficoltà nel frequentare gli appuntamenti in programma.

2.12.5. Persone provenienti da gruppi etnici minoritari

2.12.6. Donne

2.13. IMPATTO ECONOMICO

abuso di alcol ed i relativi problemi presentano un costo considerevole per la società. Le stime dei costi economici tentano di valutare in termini monetari il danno che deriva dalla abuso di alcol. Tali costi comprendono le spese per i problemi e le opportunità connessi con l’alcol che si perdono a causa di alcol (NIAAA, 1991).

Per l’Unione europea, Stati Uniti e Canada, i costi sociali di alcol sono stati stimati in circa 270 miliardi di euro (prezzi 2003; Anderson e Baumberg, 2005), miliardi di $ 185 (1998 prezzi, il quale, 2004), e CA $ 14,6 miliardi ( prezzi 2002; Rehm et al.. 2006), rispettivamente.

Le note

Diversi termini tra cui ‘alcolismo’, ‘dipendenza da alcol’, ‘abuso di alcol’ e ‘problema con l’alcol’ sono stati utilizzati in passato per descrivere i disturbi legati al consumo di alcol. Tuttavia, ‘dipendenza da alcol’ e ‘l’uso nocivo di alcol’ sono utilizzati in tutto questa linea guida per essere coerente con WHO Classificazione internazionale dei disturbi mentali. 10 Revision (WHO, 1992).

Definito come segnando 8 o più sul consumo di alcol Disorders Identification Test (Audit).

Definito come segnando 16 o più sulla revisione.

La definizione di unità Regno Unito differisce da definizioni delle bevande standard in alcuni altri paesi. Ad esempio, un’unità UK contiene due terzi della quantità di etanolo che un US ‘bevanda standard’ ha.

Related posts

  • L’alcol, tossicodipendenza e Anziani, dipendenza da abuso di alcool.

    Ci sono molte ragioni per le persone anziane possono rivolgersi a alcol o droghe nella vita futura. I bambini crescono e lasciano la casa. Si rende necessario rinunciare a un lavoro o trasferirsi in una casa più piccola. Amici crescono …

  • Dipendenza da alcol e rettifica – Che cosa c’è da sapere, la dipendenza EtOH.

    Quali sono dipendenza da alcol e il ritiro? dipendenza da alcol. noto anche come l’alcolismo, è una malattia cronica (a lungo termine) e grave tipo (pessimo) del problema con l’alcol. Dipendenza da alcol si verifica …

  • A proposito di abuso di alcool, l’abuso di alcol e dipendenza.

    bere irresponsabile e abusiva di solito si traduce in vari effetti a lungo termine connessi con l’alcol che sono altamente correlati con diverse malattie, problemi medici e malattie. Purtroppo,…

  • Alcohol Abuse Treatment – Morningside Recovery, alcool trattamento di allergia.

    Dipendenza da alcol rovina i rapporti, distrugge la carriera, separa le famiglie e si deteriora la salute mentale e fisica delle persone. Non importa quanto male un alcolista può decidere di smettere, proprio …

  • L’abuso di alcol, indicatori di abuso di alcol.

    uso moderato di alcol è normale, ma l’abuso di alcol o di dipendenza è un problema serio. Troppo alcol colpisce il sistema nervoso centrale e come le funzioni cerebrali. Essa colpisce la percezione, …

  • effetti fisici avversi di abuso di alcol, effetti fisici negativi dell’alcol.

    Riepilogo Questo articolo descrive la maggior parte degli effetti fisici negativi che sono stati descritti secondaria al consumo di alcol a livelli superiori ai limiti ragionevoli raccomandati. Queste…

Related posts