L’aborto in Irlanda legale Timeline, l’aborto timeline.

L'aborto in Irlanda legale Timeline, l'aborto timeline.

2016

  • Luglio 2016: Un avviso di movimento per stabilire l’Assemblea dei cittadini, che prenderà in considerazione e formulare raccomandazioni l’ottavo emendamento, è discusso nel Dail e Seanad.
  • Giugno 2016: Il Dipartimento della Salute riporta che 26 "terminazioni" sono state effettuate negli ospedali irlandesi nel 2015 sotto la protezione della vita durante la gravidanza legge. Tre sono state effettuate in base al rischio per la vita della donna per suicidio, 14 a causa del rischio di malattia fisica e nove basato su una situazione di emergenza da malattia fisica.
  • Giugno 2016: Nella sua decisione su una denuncia presentata dalla signora Amanda Mellet, il Comitato diritti umani delle Nazioni Unite ritiene che le leggi sull’aborto in Irlanda violato il diritto della signora Mellet alla libertà da trattamenti crudeli, inumani o degradanti, così come il suo diritto alla privacy. La sentenza, inoltre, ritiene che le leggi sull’aborto in Irlanda costituiscono una discriminazione nei confronti delle donne in base al sesso e nega loro eguale tutela da parte della legge. La sentenza è la prima volta che, in risposta ad un reclamo individuale, un tribunale internazionale sui diritti umani o comitato rileva che la criminalizzazione dell’aborto in sé si traduce in violazioni dei diritti umani. Le chiamate al potere il governo di agire prontamente ed efficacemente per riparare il danno subito la signora Mellet e riformare le sue leggi per garantire altre donne non devono affrontare simili violazioni dei diritti umani. Il governo ha 180 giorni di tempo per conformarsi. Ministro della Sanità, Simon Harris, si scusa in seguito ad Amanda Mellet. "Mi dispiace molto che questo è come è stata trattata. la storia dell’Irlanda dimostra che è stato un luogo freddo e indifferente per donne e bambini. Ho sentito gli echi di che, quando ho letto che vista delle Nazioni Unite."
  • Maggio 2016: Nel programma di governo Partnership. il nuovo governo si impegna a stabilire, entro sei mesi, Assemblea dei cittadini che sarà chiesto di formulare raccomandazioni al Dáil su ulteriori modifiche costituzionali, anche per quanto riguarda l’Ottavo Emendamento.

    Durante il secondo periodico universale dell’Irlanda. leggi sull’aborto restrittive del paese sono il problema principale di preoccupazione per gli Stati membri delle Nazioni Unite. 15 paesi formulare raccomandazioni per riformare le leggi sull’aborto in Irlanda: Repubblica Ceca, Danimarca, Germania, Islanda, India, Repubblica di Corea, Lituania, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Paesi Bassi, Norvegia, Slovacchia, Slovenia, Svezia, Svizzera e Uruguay. Gli Stati Uniti, Francia e Canada emettere anche raccomandazioni sulla salute ei diritti sessuali e riproduttivi.

  • Gennaio 2016: Durante la terza e la quarta revisione periodica combinato di implementazione irlandese della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo. il Comitato delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo (CRC) esprime una serie di preoccupazioni per quanto riguarda l’impatto delle leggi sull’aborto irlandesi sui diritti umani delle ragazze. La sua critica comprende la criminalizzazione dell’aborto in caso di stupro, incesto o grave anomalia fetale, il "incapacità di medici dei servizi, in conformità con la pratica medica oggettiva" e il "grave mancanza di accesso alla educazione alla salute sessuale e riproduttiva e contraccezione d’emergenza per gli adolescenti".

    Nelle sue osservazioni conclusive. Il comitato formula le seguenti raccomandazioni al Governo:

    "(A) Decriminalise aborto in ogni circostanza e rivedere la propria legislazione al fine di garantire l’accesso dei bambini ai servizi di aborto e di assistenza post-aborto sicuro; e garantire che il punto di vista della ragazza incinta sono sempre ascoltati e rispettati nelle decisioni di aborto;

    (B) Sviluppare e attuare una politica per proteggere i diritti delle adolescenti incinte, madri adolescenti e dei loro figli e combattere la discriminazione nei loro confronti;

    (C) adottare una politica di salute sessuale e riproduttiva completa per gli adolescenti e far sì che l’educazione alla salute sessuale e riproduttiva è parte del curriculum scolastico e destinati a bambine e adolescenti, con particolare attenzione sulla prevenzione della gravidanza e le malattie sessualmente trasmissibili;

    (D) adottare misure di sensibilizzazione e promuovere la paternità responsabile e il comportamento sessuale, con particolare attenzione ai ragazzi e gli uomini."

    2015

  • Giugno 2015: Il Dipartimento della Salute riporta che 26 "terminazioni" sono state effettuate negli ospedali irlandesi nel 2014 sotto la protezione della vita durante la gravidanza legge. Tre sono state effettuate in base al rischio per la vita della donna per suicidio, 14 a causa del rischio di malattia fisica, e nove base di una situazione di emergenza da malattia fisica. All’inizio dell’anno, gravi violazioni della riservatezza del paziente sono riportati nel processo attraverso il quale "interruzioni di gravidanza" ai sensi della legge vengono notificate al Ministro della Salute.
  • Giugno 2015: Durante la terza revisione periodica dello Stato in virtù del Patto internazionale sui diritti economici, sociali e culturali. il Comitato delle Nazioni Unite sui diritti economici, sociali e culturali (CESCR) critica aborto leggi restrittive d’Irlanda. Il Comitato chiede ripetutamente allo Stato circa 40.3.3 (l’ottavo emendamento) della Costituzione, compreso il modo lo Stato può conciliare questa disposizione costituzionale con il diritto delle donne alla salute riproduttiva e perché non tiene un referendum per la sua abrogazione.

Nelle sue osservazioni conclusive. il Comitato critica Irlanda "molto restrittiva" leggi aborto e "la criminalizzazione dell’aborto, anche nei casi di stupro e incesto e di rischio per la salute di una donna incinta." Si critica anche "la mancanza di chiarezza giuridica e procedurale su ciò che costituisce un vero e proprio rischio sostanziale per la vita, in contrapposizione alla salute, della donna incinta; e l’impatto discriminatorio sulle donne che non possono permettersi di ottenere l’aborto all’estero o l’accesso alle informazioni necessarie." Il Comitato esprime inoltre preoccupazione per "il limitato accesso alle informazioni sulla salute sessuale e riproduttiva."

Nelle sue raccomandazioni, il Comitato sollecita il governo a modificare la legislazione e la Costituzione:

"Il Comitato raccomanda allo Stato parte di prendere tutte le misure necessarie, compreso un referendum sull’aborto, a rivedere la sua legislazione in materia di aborto, tra cui la Costituzione e la protezione della vita durante la gravidanza legge, in linea con gli standard internazionali sui diritti umani; adottare orientamenti per chiarire ciò che costituisce un vero e proprio rischio sostanziale della vita di una donna in stato di gravidanza; diffondere informazioni sulla crisi opzioni di gravidanza attraverso i canali di comunicazione efficaci; e garantire l’accessibilità e la disponibilità di informazioni sulla salute sessuale e riproduttiva."

  • Maggio 2015: A Private Members Bill abrogare 40.3.3 (l’ottavo emendamento) della Costituzione è messo prima del Dáil. Il disegno di legge viene respinto (74 TD voto contro il ddl e 23 TDs voto favorevole).
  • Aprile 2015: Nella sua risposta alla Elenco dei problemi del Comitato delle Nazioni Unite sui diritti economici, sociali e culturali (CESCR), in vista della terza revisione periodica del Comitato d’Irlanda nel mese di giugno, il governo afferma che "non intende proporre modifiche" per la tutela della vita durante la gravidanza Act 2013 o dell’articolo 40.3.3 della Costituzione.
  • FEBBRAIO 2015: Un Bill Private Members di legiferare per l’aborto in caso di anomalie fetali fatale è messo prima del Dáil. Il disegno di legge viene respinto (104 TD voto contro il ddl e 20 TDs voto favorevole).

2014

  • Dicembre 2014: A Private Members Bill abrogare 40.3.3 (l’ottavo emendamento) della Costituzione irlandese è messo davanti al Dáil. Il disegno di legge è respinta.
  • Settembre 2014: un documento di orientamento per la protezione della vita durante la gravidanza legge viene pubblicato. Il documento di orientamento sembra essere più restrittiva della legge. Ad esempio, il documento afferma: "Lo scopo di questa legge è quello di ribadire il divieto generale di aborto in Irlanda, mentre regolamentazione dell’accesso alla cessazione legale della gravidanza in conformità con il caso X e la sentenza della Corte europea dei Diritti dell’Uomo in A, B e C v caso l’Irlanda." Questo linguaggio non è parte della legge.
  • Agosto 2014: Le preoccupazioni sono sollevate circa l’adeguatezza della protezione della vita durante Act Gravidanza dopo una giovane donna migrante, conosciuta come la signora Y, che era incinta a seguito di uno stupro, ha cercato un aborto per motivi di suicidio sotto 2013 Act, ma era successivamente consegnato del suo bambino con taglio cesareo.
  • L’organismo delle Nazioni Unite esprime preoccupazione per le disposizioni restrittive della Protezione della vita durante la gravidanza legge e ha criticato l’impatto discriminatorio di legge sull’aborto irlandese. Lo Stato ammette che solo le donne e le ragazze con le risorse possono esercitare il diritto di recarsi in un altro paese per un aborto. Lo Stato ammette anche che il pubblico irlandese non è mai stata data la possibilità di votare per le leggi meno restrittive sull’aborto.

    Nelle sue osservazioni conclusive. , Presidente della commissione e relatore speciale delle Nazioni Unite sulla tortura ex, Nigel Rodley, Stato: "Il riconoscimento del diritto primario alla vita della donna, che è un essere umano esistente, deve prevalere su quella del nascituro “e ha espresso incredulità in un sistema in cui” la priorità sarebbe stata data a questi ultimi, piuttosto che la prima. “Mr Rodley ha anche descritto le donne in stato di gravidanza in Irlanda a seguito di stupro e negato l’accesso a un aborto come "trattati come navi e niente di più “.

    Osservazioni Conclusive del Comitato invita lo Stato a “rivedere la sua legislazione in materia di aborto, compresa la sua Costituzione, di prevedere ulteriori eccezioni nei casi di stupro, incesto, grave rischio per la salute della madre, o fatale anomalie fetali.”

    La legge prevede che due medici devono confermare che esiste una minaccia fisica per la vita della donna incinta. In caso di emergenza medica, tuttavia, un medico può prendere la decisione.

    Quando la minaccia si pone a causa del rischio di suicidio, tre medici-un ostetrico della donna e due psichiatri, devono accettare che la sua vita è a rischio.

    La legge prevede una procedura di revisione per coprire le situazioni in cui vi è disaccordo sul fatto che un rischio per la vita esiste. Una donna ha il diritto di affrontare il comitato di revisione.

    Un medico, infermiere o ostetrica che ha una obiezione di coscienza deve prendere accordi per il trasferimento di cura della donna in questione ad un altro praticante. Il diritto all’obiezione di coscienza non sostituisce l’obbligo di fornire assistenza in caso di emergenza.

    La legge stabilisce che “deve essere un reato di distruggere intenzionalmente la vita umana non nata”. Una persona giudicata colpevole rischia di una sanzione massima di 14 anni di reclusione.

    La legge definisce “non nato” come “che inizia dopo l’impianto nel grembo di una donna”.

    2013

    2012

    2011

    2010

    2007

    A 17 anni, conosciuta come Miss D, che è nella cura dello Stato, scopre di avere una gravidanza anencefalico e desidera interrompere la gravidanza. Anche se sembra che il Servizio Sanitario esecutivo (HSE) provare “a calzascarpe suo caso in i motivi esposti nel caso X”. La signorina D si rifiuta di dire che è suicida. L’HSE scrive ai Gardaí di chiedere che arrestano la signorina D se si tenta di lasciare il paese. L’HSE chiede inoltre che l’Ufficio passaporti rifiutano di rilasciare la sua con un passaporto. M iss D va alla Alta Corte di forzare la HSE per consentire di viaggiare per ottenere un aborto. In Alta Corte, il giudice McKechnie regole che lei ha il diritto di viaggiare.

    2006

    La Corte europea dei diritti dell’uomo (CEDU) governa D contro Irlanda irricevibile in quanto il caso non è andato attraverso i tribunali irlandesi. Il governo irlandese si basa sulla tesi che in particolari circostanze del richiedente, che avrebbe potuto essere legalmente il diritto ad un aborto in Irlanda dovrebbe essere andata attraverso il sistema di tribunali irlandesi. Il Richiedente, noto come D, ha sostenuto che il divieto di aborto in Irlanda il caso di anomalie fetali fatali violato i suoi diritti di cui agli articoli 1, 3, 8, 20, 13 e 14 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo.

    2002

    elettori irlandesi rifiutano la XXV emendamento della Costituzione (tutela della vita umana in gravidanza) Bill, che eliminerebbe la minaccia del suicidio come motivo di aborto e di aumentare le pene per aiutare una donna di abortire. Voter rivelarsi è 42.89% dell’elettorato totale, con il 50.42% voto contrario e 49.58% voti a favore.

    2001

    La strategia è di prevedere:

    2000

    1999

    1997

    1996

    Il gruppo di Costituzione raccomanda l’introduzione di una legislazione che copre aspetti quali la definizione di "nascituro", La protezione per un intervento medico appropriato, la certificazione di "rischio reale e sostanziale alla vita della madre" e un limite di tempo per l’aborto legale.

    1995

    Il regolamento di informazione (servizi al di fuori dello Stato per l’interruzione della gravidanza) legge del 1995 è promulgata. La legge consente ai medici, agenzie di consulenza e singoli consiglieri per dare informazioni sugli aborti servizi all’estero dovrebbe una donna facciano richiesta. Tuttavia, la legge richiede alcuna informazione sui servizi di aborto essere forniti insieme alle informazioni sulla genitorialità e l’adozione e può essere dato solo il contesto di uno a uno di consulenza. La legge vieta anche fornitori di servizi (compresi i medici) da prendere un appuntamento per un aborto in un altro stato per conto del loro cliente. agenzie di consulenza, medici e consulenti che non forniscono informazioni sui servizi di aborto all’estero ma che si impegnano nella consulenza gravidanza non sono soggetti alle disposizioni della legge.

    1992

    Come conseguenza della sentenza caso X e le questioni relative al viaggio e le informazioni in materia di aborto, il governo propone tre possibili modifiche alla Costituzione con un referendum.

    I tre emendamenti sono:
    – La libertà di viaggiare al di fuori dello Stato per un aborto – passato
    – La libertà di ottenere o rendere disponibili le informazioni sui servizi di aborto al di fuori dello Stato, a determinate condizioni – passato
    – Per eseguire il rollback alla sentenza caso di X al fine di rimuovere il suicidio come un motivo di aborto in Irlanda – respinto

    Nel caso di porta aperta e ben donna contro Irlanda, la Corte europea dei diritti dell’uomo stabilisce che l’Irlanda ha violato l’articolo 10 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo garantisce la libertà di espressione. Il Tribunale ritiene che un’ingiunzione dei tribunali irlandesi contro la porta aperta e ben donna di ricevere o impartire informazioni sui servizi di aborto legalmente disponibili in altri paesi è sproporzionata e ha creato un rischio per la salute delle donne in cerca di aborti di fuori dello Stato.

    La Corte non ritiene che l’aborto può essere consentito solo se il rischio è di morte immediata o inevitabile della donna incinta, in quanto ciò non sufficientemente sua proteggere il diritto alla vita.

    La legge è ormai chiaro che l’interruzione della gravidanza deve essere considerata un trattamento medico se il rischio per la vita di una donna incinta si pone per motivi di salute fisica o mentale. Pericolo di morte non deve essere una certezza virtuale. Ma il rischio per la salute fisica o mentale da sola non è sufficiente.

    1991

    1983

    1861

Related posts

  • L’aborto definizione giuridica dell’aborto, l’aborto.

    L’espulsione spontanea o indotta artificialmente di un embrione o il feto. Come utilizzato nel contesto giuridico, il termine di solito si riferisce ad aborto indotto. Storia Le leggi sull’aborto sviluppate nel tardo …

  • Una storia di aborto principali sentenze della U, l’aborto timeline.

    Navigare in questo rapporto: Nel corso degli ultimi 40 anni, le corti federali, in particolare la Corte Suprema degli Stati Uniti, hanno superato gli stati come la forza trainante nella realizzazione di politiche di aborto. Infatti, poiché la …

  • Aborto Timeline, l’aborto timeline.

    Henry Morgentaler stabilisce un abortuary a Montreal contraria al diritto. Viene arrestato, accusato, giudicato innocente, decisione impugnata, trovato colpevole. Questo accade tre volte. Infine, il Quebec …

  • Barack Obama aborto dovrebbe essere legale in tutti i 9 mesi di gravidanza, tutto di aborto.

    Christianity Today: Per molti evangelici, l’aborto è una chiave, se non il fattore chiave per il loro voto. Hai votato contro il divieto parziale di aborto nascita e ha votato contro la notifica genitori di minori …

  • Gli attivisti hanno usato un drone per fornire pillole abortive in Irlanda del Nord – The Verge, pillole utilizzate per

    Sean Gallup / Getty Images Un gruppo di attivisti pro-choice hanno utilizzato un drone per fornire pillole abortive per l’Irlanda del Nord di questa settimana, come parte di una trovata volta a sensibilizzare in tutto il paese del …

  • L’aborto Drone volerà pillole abortive pericolose per l’Irlanda del Nord a violare la sua Pro-Life leggi,

    Una coalizione di gruppi pro-aborto ha inviato un comunicato stampa che annuncia che hanno intenzione di usare un drone di sgattaiolare pillole abortive pericolose per le donne in Irlanda del Nord, dove l’aborto è illegale. Il…

Related posts