Rivolgendosi femminile ferro-carenza anemia in India è Vegetarismo l’ostacolo maggiore, l’anemia

Rivolgendosi femminile ferro-carenza anemia in India è Vegetarismo l'ostacolo maggiore, l'anemia

Rivolgendosi femminile ferro-carenza anemia in India: è Vegetarismo l’ostacolo maggiore?

1 Disciplina di Economia, School of Business, University of Western Australia, 35 Stirling Highway, Perth 6009, Australia
2 Scuola di salute della popolazione (M431), University of Western Australia, 35 Stirling Highway, Perth 6009, Australia
3 School of Public Health, University of New South Wales, Sydney, NSW 2052, Australia

Editori Accademici: E. Alderete e C. Siffel

Astratto

1. Introduzione

Carenza di ferro ha anche importanti conseguenze per le generazioni future, come anemia sideropenica aumenta il rischio di parto pretermine, basso peso alla nascita, mortalità infantile e prevede carenza di ferro nei bambini dopo 4 mesi di età [5. 6]. Anemia, dei quali carenza di ferro è il contributo importante, rappresenta il 3,7 e il 12,8 delle morti materne durante la gravidanza e il parto in Africa e in Asia, rispettivamente, [7]. Si porta anche a deficit cognitivi e riduzione delle prestazioni intellettuali tra i bambini della scuola [8]. Nelle comunità in cui la carenza di ferro è molto diffusa, di successo i risultati supplementazione di ferro nella scomparsa di anemia come un problema di salute pubblica, salvo che la malaria e l’HIV o hookworm tassi di infezione sono alti [9].

Questo studio esamina l’influenza di diete vegetariane sulla prevalenza di anemia materna in India. Utilizzando i dati del 2005-06 Famiglia indiana nazionale e Health Survey (NFHS-3), gli autori dimostrano i forti legami tra abitudini alimentari, in particolare il vegetarianismo, e anemia. sono proposte raccomandazioni legate all’alimentazione per affrontare questo grave problema di salute pubblica.

2. Metodi

Tabella 1: variabili di studio e covariate, 2005-06 Famiglia indiana nazionale e Health Survey delle donne.

Agli intervistati è stato chiesto quanto spesso si consumano vari tipi di cibo (giornaliero, settimanale, qualche volta o mai). Questi tipi di alimenti consumati sono stati suddivisi in quattro gruppi (i) a base di carne, pesce e uova; (Ii) il latte ei prodotti lattiero-caseari; (Iii) la frutta; (Iv) legumi e verdure verdi.

3. Risultati

La figura 1 illustra lo stato di anemia intervistati con variabili chiave.

La figura mostra che la residenza in un insicurezza alimentare lo stato, la povertà, e di casta sono buoni predittori della prevalenza di anemia. La differenza è particolarmente accentuato tra i quintili di ricchezza, con il quintile più povero che ha 10 punti percentuali più alta prevalenza di moderata o grave anemia rispetto al quintile più ricco. Un modello simile è stato osservato tra le caste, con il più basso caste / tribù avere una maggiore prevalenza di anemia rispetto alle più alte caste. A differenza di quanto è stato trovato in studi guardando popolazioni americane [33], in sovrappeso e obesi donne indiane hanno meno probabilità di essere gravemente o moderatamente anemici rispetto alle donne indiane con un BMI normale. Una tendenza simile è stata osservata in uno studio più piccolo utilizzando un set di dati precedente NFHS [34]. La nostra analisi dei dati ha rivelato che, mentre le donne del quintile più povero conto per 0,01 di donne con un BMI oltre 25, le donne dal conto quintile più ricco per 60 di sovrappeso / obese donne in India.

La tabella 2 presenta stime dettagliate delle odds-ratio per le associazioni di anemia con la dieta, socio-economico, e fattori demografici. Vi presentiamo le stime per l’intero campione, un campione ristretto di donne non gravide e un campione limitato a tre la maggior parte degli alimenti stati sicuri in India.

Tavolo 2: Associazioni di legate all’alimentazione, socio-economici, e le caratteristiche demografiche con anemia moderata o grave: National Family Health Survey, 2005-06.

4. Discussione

Questo studio ha diversi limiti. In primo luogo, si basa su dati trasversali, e pertanto non ha potuto stabilire una relazione causale. Tuttavia, la grande popolazione studiata, nonché il metodo di campionamento casuale stratificato utilizzato nella raccolta dei dati per la NFHS-3 avvalori l’affidabilità dei nostri risultati. In secondo luogo, come solo i livelli di emoglobina sono stati misurati tra i partecipanti al sondaggio, abbiamo dovuto stimare la percentuale di donne anemiche che possono essere sperimentato da carenza di ferro sulla base di studi di ricerca pubblicati. L’incorporazione delle stime di ferritina sierica in studi futuri aumenterà la validità delle stime anemia da carenza di ferro tra le donne indiane [37]. Terzo, NFHS-3 non raccogliere dati sulla quantità consumata di ciascuno dei gruppi alimentari. Tuttavia, anche se si suppone che tutte le donne indiane del campione mangiato grandi quantità di alimenti documentati nell’indagine posto del moderato consumo di cibo tipico degli indiani, è probabile che molte di queste donne sarebbe stata ancora carente di ferro dato il basso contenuto di ferro della maggior parte dei prodotti alimentari di consumo corrente in India.

5. conclusione

Conflitto d’interessi

Gli autori dichiarano che non vi è alcun conflitto di interessi. Questa ricerca è stata auto-finanziato e non ha ricevuto alcuna sovvenzione specifica da qualsiasi agenzia di finanziamento nel settore pubblico, commerciale o settori non-profit.

Riferimenti

  1. Organizzazione mondiale della Sanità, Prevalenza World-Wide di anemia, 1993-2005. Organizzazione Mondiale della Sanità, Ginevra, Svizzera, 2008.
  2. F. S. Asobayire, P. Adou, L. Davidsson, J. D. Cook, e R. F. Hurrell, “La prevalenza di carenza di ferro con o senza anemia concomitante in gruppi di popolazione con alte prevalenze di malaria e altre infezioni: uno studio in Cte d’Avorio,” The American Journal of Clinical Nutrition. vol. 74, no. 6, pp. 776-782, 2001. Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  3. R. J. Stoltzfus, “carenza di ferro anemia Definire in termini di salute pubblica: un momento di riflessione,” Journal of Nutrition. vol. 131, n. 2, pp. 565s-567s, 2001. Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  4. Organizzazione mondiale della Sanità, Global Health Risks: Mortalità e carico di malattia attribuibile ai selezionati rischi principali. Organizzazione Mondiale della Sanità, Ginevra, Svizzera, 2009.
  5. B. J. Brabin, M. Hakimi, e D. Pelletier, “Un’analisi di anemia e mortalità materna connesse alla gravidanza,” Journal of Nutrition. vol. 131, n. 2, pp. 604S-614S, 2001. Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  6. B. J. Brabin, Z. Premji, e F. Verhoeff, “Un’analisi di anemia e mortalità infantile,” Journal of Nutrition. vol. 131, n. 2, pp. 636S-645S, 2001. Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  7. K. S. Khan, D. Wojdyla, L. Say, A. M. Glmezoglu, e P. F. Van sguardo “, che l’analisi delle cause di morte materna: una revisione sistematica,” The Lancet. vol. 367, n. 9516, pp. 1066-1074, 2006. Vista a Editore · Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  8. H. Sachdev, T. Gera, e P. Nestel, “Effetti della supplementazione di ferro sullo sviluppo mentale e motorio nei bambini: revisione sistematica di studi randomizzati e controllati,” Public Health Nutrition. vol. 8, n. 2, pp. 117-132, 2005. Vista a Editore · Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  9. D. L. Kasper, E. Braunwald, A. S. Fauci et al. Principi di Medicina Interna di Harrison. parte 6, sezione due: ematopoietiche disturbi, McGraw-Hill Medical, New York, NY, Stati Uniti d’America, 17 ° edizione, 2008.
  10. Organizzazione mondiale della Sanità, Anemia sideropenica: valutazione, prevenzione e Guida ControlA per responsabili dei programmi. Organizzazione Mondiale della Sanità, Ginevra, Svizzera, 2001.
  11. Organizzazione mondiale della Sanità, Valutazione dello stato di ferro delle popolazioni. Organizzazione Mondiale della Sanità, Ginevra, Svizzera, 2 ° edizione, 2007.
  12. P. V. Kotecha, “malnutrizione da micronutrienti in India: cerchiamo di non dire ad ora,” L’indiano Journal of Medicina di Comunità. vol. 33, pp. 9-10, 2008. Vedi in Google Scholar
  13. S. Seshadri, “La prevalenza di carenza di micronutrienti in particolare di ferro, zinco e acido folico nelle donne in gravidanza nel Sud Est asiatico,” Il British Journal of Nutrition. vol. 85, no. 2, pp. S87-S92, 2001. Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  14. Ministero della Salute e il benessere familiare, Governo dell’India, Micronutrienti Piano Nazionale degli Investimenti (IMNIP) per il 2007 2011. Ministero della Salute e della Famiglia Welfar, New Delhi, India, 2006.
  15. Ministero della Salute e il benessere familiare, Governo dell’India, Rivolgendosi anemia sideropenica tra Adolescents12 indiano da 12 Iniziativa. Ministero della Salute e il benessere familiare, Nuova Delhi, Indaia 2007.
  16. T. Dietz, A. S. Frisch, L. Kalof, P. C. Stern, e G. A. Guagnano, “Valori e il vegetarianismo: un’analisi esplorativa,” Sociologia rurale. vol. 60, pp. 533-542, 1995. Vista a Google Scholar
  17. G. D. Flood, Un’introduzione all’induismo. Cambridge University Press, New York, NY, USA, 1996.
  18. P. Taylor, C. Martinez-Torres, I. Leets, J. Ramirez, M. N. Garcia-Casal, e M. Layrisse, “Rapporti tra l’assorbimento del ferro, la saturazione della transferrina cento plasma e la concentrazione della ferritina sierica negli esseri umani” Journal of Nutrition. vol. 118, n. 9, pp. 1110-1115, 1988. Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  19. Food and Nutrition Board, Institute of Medicine, Dietetici assunzioni di riferimento per la vitamina A, vitamina K, arsenico, boro, cromo, rame, iodio, ferro, manganese, molibdeno, nichel, silicio, vanadio e zinco. National Academy Press, Washington, DC, USA, 2001.
  20. C. A. Venti e C. S. Johnston, “Modified piramide alimentare guida per lattovegetariani e vegani,” Journal of Nutrition. vol. 132, n. 5, pp. 1050-1054, 2002. Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  21. N. R. Reddy e S. K. Sathe, fitati alimentari. CRC Press, Florida, Florida, USA, 2001.
  22. I. M. Zijp, O. Korver, e L. B. M. Tijburg, “Effetto di tè e di altri fattori dietetici sulla assorbimento del ferro,” Critical Recensioni in Scienza dell’Alimentazione e Nutrizione. vol. 40, no. 5, pp. 371-398, 2000. Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  23. M. A. Galvin, M. Kiely, e A. Flynn, “L’impatto di (RTEBC) il consumo sull’adeguatezza del livello di assunzione di micronutrienti e la conformità con le raccomandazioni dietetiche negli adulti irlandesi pronti per il consumo di cereali per la colazione,” Public Health Nutrition. vol. 6, n. 4, pp. 351-363, 2003. Vista a Editore · Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  24. S. Hercberg, P. Preziosi, e P. Galan, “La carenza di ferro in Europa” Public Health Nutrition. vol. 4, n. 2 B, pp. 537-545, 2001. Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  25. Micronutrient Iniziativa Farina di frumento Fortificazione in India. MI, New Delhi, India, 2007.
  26. L. H. Allen, “Fino a che punto può approcci alimentari a base di migliorare lo stato di micronutrienti?” Asia Pacific Journal of Clinical Nutrition. vol. 17, no. 1, pp. 103-105, 2008. Vedi in Google Scholar · Vista a Scopus
  27. B. Lonnerdal, “Soia ferritina: implicazioni per lo stato del ferro dei vegetariani,” The American Journal of Clinical Nutrition. vol. 89, no. 5, pp. 1680-1685S, 2009. Vista a Editore · Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  28. I. S. Rajan e K. S. James, “La seconda indagine nazionale salute della famiglia: temi emergenti,” Weekly Economic and Political. vol. 39, pp. 647-651, 2004. Vista a Google Scholar
  29. M. Franchini, G. L. Salvagno, M. Montagnana, e G. Lippi, “livelli di ferritina sierica è correlata alla concentrazione di emoglobina: un rapporto su 589 pazienti ambulatoriali da un unico centro,” Trasfusione di sangue. vol. 5, no. 4, pp. 244-245, 2007. Vedi in Publisher · Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  30. J. A. Haidar e R. S. Pobocik, “anemia da carenza di ferro non è un problema rara tra le donne in età riproduttiva in Etiopia: una comunità basata studio trasversale,” Disturbi del sangue BMC. vol. 9, articolo 1471, p. 7, 2009. Vista a Editore · Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  31. E. Ugwuja, E. Akubugwo, U. Ibiam, e O. Onyechi, “L’impatto della carenza di ferro e anemia materna sulla gravidanza e dei suoi risultati in una popolazione nigeriana,” Internet Journal of Nutrition and Wellness. vol. 10, p. 1, 2010. Vista a Google Scholar
  32. S. M. Z. Hyder, L. Persson, M. Chowdhury, B. Lnnerdal, e E. C. Ekstrm “, anemia e carenza di ferro durante la gravidanza in zone rurali del Bangladesh,” Public Health Nutrition. vol. 7, n. 8, pp. 1065-1070, 2004. Vista a Editore · Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  33. E. J. Adams, L. Grummer-Strawn, e G. Chavez, “L’insicurezza alimentare è associata ad un aumentato rischio di obesità nelle donne in California,” Journal of Nutrition. vol. 133, n. 4, pp. 1070-1074, 2003. Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  34. P. L. Griffiths e M. E. Bentley, “La transizione nutrizionale è in corso in India,” Journal of Nutrition. vol. 131, n. 10, pp. 2692-2700, 2001. Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  35. S. R. Lynch, “L’effetto del calcio sulla assorbimento del ferro,” Recensioni Nutrition Research. vol. 13, no. 2, pp. 141-158, 2000. Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  36. N. P. Nawani, Relazione della consultazione di esperti regionale sulla Experience indiano domestica sicurezza alimentare e nutrizionale terrà a Bangkok, Thailandia da 08-11 agosto 1994. RAP, Bangkok, Tailandia, 2004.
  37. S. S. Pasricha, S. C. Flecknoe-Brown, K. Allen J. et al. “Diagnosi e gestione di anemia da carenza di ferro: un aggiornamento clinico” Medical Journal of Australia. vol. 193, n. 9, pp. 525-532, 2010. Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  38. M. E. Bentley e P. L. Griffiths, “Il peso di anemia tra le donne in India,” European Journal of Clinical Nutrition. vol. 57, no. 1, pp. 52-60, 2003. Vista a Editore · Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  39. A. A. Adish, S. A. Esrey, T. W. GYÖRKÖS, e T. Johns, “Fattori di rischio per l’anemia da carenza di ferro nei bambini in età prescolare nel nord dell’Etiopia,” Public Health Nutrition. vol. 2, n. 3, pp. 243-252, 1999. Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  40. L. M. Bodnar, M. E. Cogswell, e K. S. Scanlon, “le donne a basso reddito dopo il parto sono a rischio di carenza di ferro,” Journal of Nutrition. vol. 132, n. 8, pp. 2298-2302, 2002. Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  41. T. P. Appanah, B. Oogarah-Pratap, e A. Ruggoo, “conoscenza e il consumo di ferro tra i mauriziani operai di sesso femminile,” Nutrition and Food Science. vol. 39, no. 2, pp. 168-175, 2009. Vista a Editore · Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  42. A. Misra, K. Rastogi, e S. R. Joshi, “I cereali integrali e la salute: la prospettiva per gli indiani asiatici,” Journal of Association of Physicians dell’India. vol. 57, no. 2, pp. 155-162, 2009. Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  43. D. Moretti, M. B. Zimmermann, S. Muthayya et al. “Riso estruso fortificato con micronizzato terra pirofosfato ferrico riduce la carenza di ferro in scolari indiani: un trial1-3 in doppio cieco randomizzato e controllato,” The American Journal of Clinical Nutrition. vol. 84, no. 4, pp. 822-829, 2006. Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  44. R. F. Hurrell, “Fortificazione: superare le barriere tecniche e pratiche,” Journal of Nutrition. vol. 132, n. 4, pp. 806S-812S, 2002. Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  45. A. Wesley e S. Dutta, “Aggiornamento sulla farina di grano fortificazione in India,” Farina Fortificazione Iniziativa, Stati Uniti, 2009.
  46. M. Kaur e K. Singh, “Effetto di educazione sanitaria sulla conoscenza, l’atteggiamento e pratiche circa l’anemia tra le donne rurali a Chandigarh,” L’indiano Journal of Medicina di Comunità. vol. 26, pp. 128-132, 2001. Vista a Google Scholar
  47. R. Baltussen, C. Knai, e M. Sharan, “fortificazione di ferro e l’integrazione di ferro sono interventi efficaci per ridurre la carenza di ferro in quattro sub-regioni del mondo,” Journal of Nutrition. vol. 134, n. 10, pp. 2678-2684, 2004. Vista a Google Scholar · Vista a Scopus
  48. V. Mannar e E. B. Gallego, “fortificazione di ferro: esperienze a livello di campagna e le lezioni apprese,” Journal of Nutrition. vol. 132, n. 4, pp. 8568-8588, 2002. Vista a Google Scholar · Vista a Scopus

Related posts

  • Può polipi cervicali causare sanguinamento

    Il sanguinamento post-coitale: Una rassegna sulla eziologia, diagnosi e gestione 1 Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia, Womack Army Medical Center, 2817 Reilly Road, Fort Bragg, NC 28307, Stati Uniti d’America 2 …

  • Vantaggi di esercizio di artrite reumatoide, l’artrite del collo.

    Editor Accademico: Ben Hurley astratta 1. Contesto In aggiunta alle funzioni articolari della malattia, RA è associata ad un aumento della morbilità e della mortalità per malattie cardiovascolari …

  • Artrite mutilante artrite psoriasica

    1 Dipartimento di Medicina Interna, Università di Chicago (NorthShore), 2650 Ridge Avenue, Evanston, IL 60201, Stati Uniti d’America 2 Dipartimento di Dermatologia, Baylor University Medical Center, Dallas, TX …

  • esacerbazione dell’asma

    Dipartimento di Advanced preventiva, medicina per malattie infettive, Tohoku University Graduate School of Medicine, Sendai 980-8575, Giappone Editor Accademico: S. L. Johnston astratta 1 ….

  • Vesciche malattie della pelle

    Malattie cutanee bollose: classici tipi di malattie autoimmuni Laboratorio di Immunologia Clinica, Maastricht University Medical Center, P. Debyelaan 25, 6229 HX Maastricht, Paesi Bassi …

  • Una valutazione critica sul ruolo del varicocele in infertilità maschile, vitamine per varicocele.

    Editor Accademico: Edward Kim astratta 1. Introduzione L’impatto del varicocele sulla fertilità maschile non era sospettato fino alla fine del 19 ° secolo, quando l’occlusione delle vene dilatate dalla …

Related posts