Tutto sul cancro al seno, metastasi ossee da tumore al seno.

Tutto sul cancro al seno, metastasi ossee da tumore al seno.

Abramson Cancer Center della University of Pennsylvania

Ultima modifica: 20 gennaio, 2016

Qual è il seno?

Che cosa è il cancro al seno?

Le raccolte di cellule che crescono in modo anomalo o senza controllo sono chiamati tumori. I tumori che non hanno la capacità di diffondersi in tutto il corpo possono essere indicati come "benigno" e non sono pensati come cancerose. I tumori che hanno la capacità di trasformarsi in altri tessuti o diffusi a parti distanti del corpo sono indicati come "maligno." I tumori maligni all’interno del seno sono chiamati "cancro al seno". Teoricamente, qualsiasi tipo di tessuto nel seno possono formare un tumore, ma le cellule tumorali sono più probabilità di sviluppare da entrambi i condotti o ghiandole. Questi tumori possono essere indicati come "carcinoma duttale invasivo" (Cellule tumorali sviluppo da condotti), o "carcinoma lobulare invasivo" (Cellule di cancro in via di sviluppo da lobi).

A volte, le cellule precancerose possono essere trovati all’interno del tessuto del seno, e sono indicati come carcinoma duttale in situ (DCIS) o carcinoma lobulare in situ (LCIS). CDIS e LCIS sono malattie in cui le cellule cancerose sono presenti all’interno del tessuto del seno, ma non sono in grado di diffondersi o invadere altri tessuti. DCIS rappresenta circa il 20% di tutti i tumori al seno. Poiché le cellule DCIS possono diventare capaci di invadere il tessuto del seno, di solito è consigliato il trattamento per DCIS. Al contrario, LCIS è considerato un marker per aumentato rischio di cancro al seno, ma generalmente non deve essere trattato a meno che un vero cancro al seno è anche presente.

Che cosa provoca il cancro al seno e sono io a rischio?

Il cancro al seno nelle donne

Essere una donna ti mette a più alto rischio di ammalarsi di cancro al seno. Gli uomini possono sviluppare il cancro al seno, ma il cancro al seno è circa 100 volte più comune nelle donne. Le donne hanno più estrogeni e progesterone (ormoni femminili), che possono promuovere la crescita delle cellule del cancro al seno.

donne caucasiche sono leggermente più a rischio di sviluppare il cancro al seno rispetto alle donne afro-americane. Tuttavia, le donne con diagnosi di età inferiore ai 45 anni, hanno maggiori probabilità di essere donne in Africa-americane. Le donne asiatiche, ispanici e nativi-americani hanno il più basso rischio di essere diagnosticati con e morire di cancro al seno.

tessuto mammario denso è un altro fattore di rischio per il cancro al seno. seni densi tendono ad essere più ghiandolare e fibroso e questo può essere visto su una mammografia. le condizioni benigne della mammella, quali lesioni proliferative con o senza atipie aumentano la probabilità di ammalarsi di cancro al seno.

La storia familiare è molto importante nel determinare il rischio di cancro al seno. Mentre si potrebbe pensare che una storia di cancro in famiglia aumenterebbe automaticamente il rischio, non è così semplice. Alcuni tipi di cancro al seno comuni – come e della prostata – sono visti in molte famiglie, ma non necessariamente aumentano il rischio in quella famiglia, in particolare se la persona era più al momento della diagnosi. Avere una nonna anziana con diagnosi di cancro al seno non aumenta il rischio molto, ma una madre diagnosticata a 43 fa. Non c’è nessuno taglia unica spiegazione, quindi è importante per discutere la vostra storia di famiglia e il rischio con i vostri fornitori di servizi sanitari.

Conosciuto mutazioni genetiche che aumentano il rischio di cancro al seno sono presenti in alcune famiglie; questi includono mutazioni nei geni BRCA1 e BRCA2. Tra il 5% e il 10% dei tumori al seno può essere correlato a cambiamenti di uno dei geni BRCA. Le donne possono ereditare queste mutazioni dai genitori, o le mutazioni possono sorgere per la prima volta in una persona. Il test genetico per le mutazioni dovrebbe essere considerata per ogni donna con una forte storia familiare di cancro al seno, in particolare i tumori al seno a membri della famiglia meno di 50 anni, o storia familiare di prostata o carcinoma ovarico. Se una donna si trova ad Trasportabile mutation, ha una probabilità del 50% di ammalarsi di cancro al seno prima che lei è 70. I membri della famiglia possono scegliere di essere testato per vedere se portano la mutazione pure. Se una donna ha la mutazione, può scegliere di sottoporsi a più rigoroso screening o addirittura sottoporsi a mastectomia preventiva (profilattica) per diminuire le sue possibilità di contrarre il cancro. La decisione di sottoporsi a test genetici è altamente personale che dovrebbe essere discusso con un consulente genetico che è stato appositamente addestrato per consulenza ai pazienti per quanto riguarda i rischi ei benefici dei test genetici.

Se hai avuto il cancro al seno, in passato, si sono da 3 a 4 volte più probabilità di sviluppare un altro cancro al seno rispetto a una donna che non ha mai avuto la malattia – non metastasi o la diffusione a partire dal primo cancro, ma un nuovo cancro del tutto. Ciò può verificarsi nella stessa mammella o l’altro seno. Questo è il motivo per cui è così importante mantenere follow-up gli appuntamenti con il team oncologico e continuare a test di screening raccomandati.

Il cancro al seno negli uomini

Il sintomo di presentazione predominante negli uomini è una massa nel seno. Altri segni di cancro al seno maschile includono secrezione dal capezzolo (soprattutto se di sangue), retrazione del capezzolo e ulcerazioni cutanee. Mammografie sono difficili da eseguire, in particolare su uomini sottili, quindi una biopsia dovrebbe essere fatto su un nodulo sospetto.

Come posso prevenire il cancro al seno?

Quali test di screening sono disponibili?

La precedenza che viene rilevato un cancro al seno, il più probabile è essere curabile. Per questo motivo, abbiamo screening per il cancro al seno mediante mammografia, esami clinico del seno e del seno auto-esami. mammografie di screening sono semplicemente radiografie dei seni. Ogni seno è posto tra due piastre per alcuni secondi, mentre i raggi X sono presi. Se appare qualcosa sono necessarie vista anomali, o meglio, viste ingrandite o appositamente film angolati sono state effettuate nel mammografia. Mammografie spesso di rilevare i tumori prima che possano essere sentiti e possono anche identificare minuscoli granelli di calcio che potrebbe essere un segno precoce di cancro. La maggior parte dei tumori al seno vengono rilevati attraverso anomali reperti mammografici. Attualmente si discute molto su quando e quanto spesso una donna dovrebbe avere una mammografia. Le attuali raccomandazioni della American Cancer Society dicono:

  • Donne di età 40-44 dovrebbero avere la possibilità di iniziare lo screening mammografico dopo aver discusso i rischi ei benefici con il loro fornitore.
  • Donne di età da 45 a 54 dovrebbe ottenere una mammografia ogni anno.
  • Donne di età 55 e più anziani dovrebbero avere una mammografia ogni 2 anni, con la scelta di continuare a ricevere loro ogni anno.
  • Continuare lo screening finché la donna è in buona salute e dovrebbe vivere 10 anni o più.

Se avete una storia familiare di cancro al seno o una storia personale sanitario che aumenta il rischio (esposizione a radiazioni, mutazione genetica, ecc), parlare con il vostro fornitore di iniziare mammografie in precedenza, a seconda della storia personale e / o familiare. Molti centri sono ora facendo uso di mammografie digitali, che sembrano essere più sensibile della mammografia convenzionale.

In alcune popolazioni di donne, lo screening MRI oltre a mammografia può essere raccomandato. L’American Cancer Society raccomanda ora annuale MRI del seno e mammografia per lo screening del cancro al seno per le donne che portano una BRCA nota 1 o 2 mutazione, quelli con una forte storia familiare di tumore al seno o alle ovaie, e coloro che hanno avuto un trattamento di radiazione prima della torace (per esempio, la radiazione come parte del trattamento per il linfoma di Hodgkin). Altre popolazioni di donne che possono beneficiare di screening RM sono quelli che hanno già avuto il cancro al seno, quelli con nota carcinoma lobulare sul posto (LCIS), e quelli con molto denso seno, che può essere difficile da visualizzare sul mammografie. Le decisioni riguardo alle modalità di screening per il cancro al seno (con mammografie, la risonanza magnetica, o entrambi) devono essere effettuate tra un suo fornitore di assistenza sanitaria, basato sul suo profilo individuale di rischio di cancro al seno individuale e.

Altre modalità di screening che sono attualmente in fase di studio includono, il lavaggio duttale, ecografia, tomografia ottica, e PET.

Quali sono i segni di cancro al seno?

Purtroppo, le prime fasi del cancro al seno non hanno nessun sintomo. Questo è il motivo per cui è importante seguire le raccomandazioni di screening. Come un tumore cresce in dimensioni, può produrre una varietà di sintomi tra cui:

  • Nodulo o un ispessimento nel seno o ascellare
  • Cambiamento di dimensioni o la forma del seno
  • secrezione dal capezzolo o capezzolo girando verso l’interno
  • Arrossamento o desquamazione della pelle o del capezzolo
  • Creste o puntinatura della pelle del seno

Come viene diagnosticato il cancro al seno?

Una volta che un paziente ha sintomi suggestivi di un cancro al seno o una mammografia di screening anormale, che di solito è denominato per una mammografia diagnostica. La mammografia diagnostica è un’altra serie di raggi X con angoli aggiuntivi e viste ravvicinate. Spesso, l’ecografia verrà eseguita durante la stessa sessione. L’ecografia utilizza onde sonore ad alta frequenza per delineare le aree sospette del seno. E ‘indolore e può spesso distinguere tra lesioni benigne e maligne.

A seconda dei risultati delle mammografie e / o ultrasuoni, i provider possono raccomandare che si ottiene una biopsia. Una biopsia è l’unico modo per sapere con certezza se si ha il cancro, perché permette ai fornitori di ottenere cellule che possono essere esaminati al microscopio. Ci sono diversi tipi di biopsie; differiscono per quanto riguarda la quantità di tessuto viene rimosso. Alcune biopsie usano un ago molto sottile, mentre altri utilizzano aghi più spessi o anche bisogno di un piccolo intervento chirurgico per rimuovere più tessuto. La tua squadra di fornitori deciderà quale tipo di biopsia avete bisogno a seconda del particolare di massa del seno.

Come viene messo in scena il cancro al seno?

Al fine di guidare il trattamento e di offrire una certa comprensione in prognosi, il cancro al seno è messo in scena in cinque diversi gruppi. Questo staging è fatto in modo limitato prima dell’intervento tenendo conto delle dimensioni del tumore in mammografia e le prove di diffusione ad altri organi che viene prelevato con altre modalità di imaging; ed è fatto definitivamente dopo una procedura chirurgica che rimuove i linfonodi e permette un patologo per esaminare loro per segni di cancro. Il sistema di stadiazione è molto complesso. Una versione semplificata è descritto di seguito, e l’intero sistema di stadiazione è descritto alla fine di questo articolo.

  • Fase 0: (Chiamato carcinoma in situ)
  • carcinoma lobulare in situ (LCIS) si riferisce a cellule anormali che rivestono una ghiandola del seno. Questo è un fattore di rischio per lo sviluppo futuro del cancro, ma questo non è sentita rappresentare un tumore stesso.
  • carcinoma duttale in situ (DCIS) si riferisce a cellule anormali che rivestono un condotto. Le donne con carcinoma duttale in situ hanno un aumentato rischio di carcinoma mammario invasivo in quel seno. Le opzioni di trattamento sono simili a pazienti in stadio I tumori al seno.
  • fase I. precoce del cancro al seno fase in cui il tumore è inferiore a 2 cm, e non si è diffuso al di là del seno.
  • fase II. precoce del cancro della mammella in stadio in cui il tumore è o inferiore a 2 cm di diametro e si è diffuso ai linfonodi sotto il braccio; o il tumore è compreso tra 2 e 5 cm (con o senza diffuso ai linfonodi sotto il braccio); oppure il tumore è maggiore di 5 cm e non si è diffuso fuori della mammella.
  • fase III. localmente avanzato cancro al seno in cui il tumore è maggiore di 5 cm di diametro e si è diffuso ai linfonodi sotto il braccio; o il cancro è estesa nei linfonodi ascellari; o il cancro si è diffuso ai linfonodi vicino allo sterno o ad altri tessuti vicino al seno.
  • stadio IV. carcinoma mammario metastatico in cui il cancro si è diffuso al di fuori del seno ad altri organi del corpo.
  • A seconda della fase del cancro, il provider può decidere ulteriori test per determinare se il tumore si è diffuso a tutti gli organi di fuori del seno e linfonodi circostanti. Quasi tutte le donne con una diagnosi di cancro al seno avranno bisogno di un radiografia del torace e il lavoro del sangue di base. Se si dispone di un cancro in stadio III, il vostro fornitore può raccomandare altri test, come TAC e scintigrafia ossea. Ogni caso è unico e il vostro provider determina ciò che è necessario per mettere in scena in modo adeguato il vostro cancro.

    Come si cura il cancro al seno?

    Trattamenti per il cancro al seno variano in base a molti fattori individuali, tra cui stadio del cancro, l’età e la salute generale del paziente, e dei singoli reperti patologici. Trattamenti per fase iniziale e carcinoma mammario avanzato sono discussi separatamente nelle sezioni successive di questo articolo.

    Trattamento per il cancro precoce / moderata della mammella in stadio

    In generale, presto / cancro al seno moderata fase si riferisce al cancro al seno che è fase 0-II. Questi tumori sono meno di 5 centimetri, può essere rimosso chirurgicamente, e non si sono diffuse al di là del seno e dei linfonodi regionali.

    Chirurgia

    Quasi tutte le donne con carcinoma mammario precoce / moderata-stage avranno qualche tipo di intervento chirurgico nel corso del loro trattamento. Lo scopo della chirurgia in questa impostazione è quello di rimuovere la maggior quantità di tumore possibile, e ci sono molti modi diversi che la chirurgia può essere effettuata. Alcune donne saranno candidati per quella che viene chiamata la chirurgia conservativa del seno (BCS). BCS può fare riferimento a una mastectomia parziale. durante il quale il tumore e una porzione di tessuto normale vengono rimossi, o una mastectomia segmentale / parziale, durante il quale un pezzo più grande di tessuto, ma non tutta la mammella, viene rimosso. Molti pazienti avranno anche le procedure chirurgiche per rimuovere i linfonodi dal cavo ascellare (ascella). Ogni paziente che ha un carcinoma mammario invasivo (ad eccezione di qualsiasi fase fase 0) dovrebbe avere un intervento chirurgico per la regione ascellare. Questo può essere una sentinella biopsia del linfonodo. quando 1-2 linfonodi vengono rimossi, una dissezione ascellare. quando molti più nodi vengono rimossi, o entrambi. Il patologo esaminerà sia il tessuto del seno rimossi durante BCS e il tessuto linfonodale che viene rimosso. S / egli comunicare con il chirurgo e altri fornitori per quanto riguarda il tipo di cellule tumorali che sono visti, nonché le dimensioni del tumore, e il numero di linfonodi che hanno il cancro in loro. Questi fattori contribuiscono a determinare ciò che può essere necessario un ulteriore trattamento.

    Nella maggior parte dei casi, una donna che subisce la chirurgia conservativa del seno richiede un trattamento di radiazioni al tessuto mammario residuo. La ragione di questo è che le radiazioni diminuisce il rischio di cancro ricorrenti (ritorno) nel tessuto del seno. Molto ampi studi hanno dimostrato che la conservazione del seno chirurgia e radioterapia sono efficaci come mastectomia (asportazione di tutta la mammella) per i pazienti con carcinoma della mammella in stadio precoce / moderata. Molti pazienti preferiscono BCS e la radiazione a mastectomia perché BCS permette al paziente di mantenere il suo seno; Tuttavia, alcune donne con carcinoma mammario precoce preferiscono mastectomia, e questo è certamente un’altra opzione di trattamento. Mastectomia radicale modificata si riferisce alla rimozione di tutto il seno, così come la dissezione dei linfonodi ascellari. Molte donne che hanno modificato mastectomia radicale scelgono di sottoporsi ricostruzione del seno. Un paziente che desidera la ricostruzione dovrebbe cercare di incontrare un chirurgo plastico prima della sua mastectomia per discutere le opzioni di ricostruzione. Ulteriori informazioni sulla ricostruzione del seno.

    Chemioterapia

    Ci sono molti farmaci chemioterapici diversi, e sono di solito dato in combinazioni per 3 a 6 mesi dopo l’intervento chirurgico per il tumore della mammella in stadio precoce / moderata. La maggior parte delle chemioterapie utilizzati per il cancro al seno sono date attraverso una vena, quindi hanno bisogno di essere dato in una clinica oncologica. I farmaci che vengono comunemente utilizzati nel trattamento precoce / moderata cancro della mammella in stadio includono adriamicina (doxorubicina), ciclofosfamide. cisplatino. e taxani (Taxol e TAXOTERE). Ci sono vantaggi e svantaggi di ciascuno dei diversi regimi che il vostro oncologo medico vi discutere con voi. Sulla base della sua propria salute, i vostri valori personali e desideri, e gli effetti collaterali si potrebbe desiderare di evitare, è possibile lavorare con i provider a venire con il miglior regime per il vostro stile di vita.

    Radiazione

    Molti pazienti con moderata precoce del cancro / della mammella in stadio richiedono radioterapia. La radioterapia si riferisce all’uso di raggi X ad alta energia per uccidere le cellule tumorali. Come discusso in precedenza, la radioterapia è raccomandata per quasi tutti i pazienti con carcinoma mammario in stadio precoce che hanno chirurgia conservativa del seno. La radiazione è importante nel ridurre il rischio di recidiva locale. Il vostro radioterapista può rispondere a domande circa l’utilità, di processo, e gli effetti collaterali della radioterapia nel tuo caso particolare.

    I pazienti che hanno la radiazione di solito hanno bisogno di venire in un centro di trattamento di radioterapia 5 giorni a settimana per un massimo di 6 settimane per ricevere il trattamento. Il trattamento richiede solo pochi minuti, ed è indolore. La maggior parte dei pazienti che hanno le radiazioni per il cancro precoce / moderata della mammella in stadio ricevere un trattamento a tutto il seno per 4-5 settimane; le ultime 1-2 settimane di trattamento di solito comportano una "spinta" di radiazione che viene consegnato solo per l’area nel seno in cui il tumore è stato. Esistono alcuni altri regimi per fornire radiazione per i tumori al seno precoce / moderata stadio. Un approccio include dare più radiazioni al giorno per tutta la mammella in modo che il trattamento richiede solo 4 settimane. Altri approcci riducono il tempo di trattamento di 1 settimana (brachiterapia o MammoSite). Un’altra tecnica può includere radiazioni ai linfonodi regionali, che è pensato per ridurre le recidive. Queste tecniche sono adatti solo per alcuni pazienti. Il vostro radioterapista discuterà il corso più appropriato di trattamento per il singolo caso.

    La terapia ormonale

    biologic Therapy

    Il patologo esamina anche la vostra tumore per la presenza di HER-2 sovraespressione. HER-2 è un recettore che è sovraespresso in circa il 25% dei tumori al seno. Questi sono indicati come HER2 positivo tumori al seno. Questi tumori possono cresciuti più velocemente e sono più propensi a diffondersi, ma ci sono anche farmaci progettati specificamente per indirizzare la proteina HER2, dando questi tumori un’opzione di trattamento supplementare. Il trattamento più comune per HER2 tumori positivi è il trastuzumab (Herceptin), che può essere data per trattare il cancro o evitare che si ripetano. Inoltre, lapatinib (Tykerb®) e pertuzumab (Perjeta®) anche il trattamento di tumori HER2 positivi.

    Il trattamento per il cancro al seno avanzato

    carcinoma mammario avanzato è un termine che viene generalmente usato per riferirsi a tumori al seno che sono in stadio III o IV, al momento della diagnosi, o di tumori al seno che sono stati fase 0-II al momento della diagnosi e si sono ripresentati (tornare) in altre parti del corpo.

    Chirurgia

    Alcune donne che sono diagnosticati con cancro in stadio IV, o le donne con cancro della fase iniziale che è diventato metastatico, possono anche richiedere modificato mastectomia radicale. Altre volte, le donne con malattia in stadio IV possono essere sottoposti soltanto biopsia mammaria senza un intervento chirurgico più grande. Ciò può essere fatto perché la squadra trattamento ritiene che la terapia farmacologica deve affrontare tutti della malattia che è presente, e che la chirurgia per rimuovere il tumore al seno non sarà vantaggioso per il paziente e ritarderà ulteriormente la chemioterapia. In alcuni casi, un paziente con malattia in stadio IV può essere in grado di avere un intervento chirurgico per rimuovere i tumori che si sono diffuse ad altri siti, (cioè il cervello, midollo spinale e polmoni), al fine di alleviare i sintomi o controllare l’ulteriore diffusione del cancro.

    Chemioterapia & biologic Therapy

    Il termine "carcinoma mammario avanzato" significa che le cellule tumorali si sono diffuse dal tumore primario nei linfonodi, tessuto circostante il tumore o altre zone del corpo. In alcuni casi, le cellule tumorali non possono essere viste su scansioni radiologia, ma sospetto possono in viaggio attraverso i sistemi sanguigno e linfatico. Nella malattia stadio IV (metastatico), queste cellule tipicamente formano i tumori che possono essere visti su scansioni radiologia e / o causare problemi o sintomi per il paziente. Per questo motivo, il trattamento per i pazienti con carcinoma mammario avanzato deve essere "sistemico" – Il che significa che può viaggiare in tutto il corpo. trattamenti sistemici comprendono la chemioterapia, terapia ormonale e terapie biologiche, comprese quelle destinate recettori HER2. Chirurgia e radioterapia sono trattamenti locali, in quanto possono trattare solo una determinata area.
    Il trattamento del carcinoma mammario avanzato varia da paziente a paziente. Richiede discussione tra paziente e oncologo e la considerazione di numerosi fattori, tra cui il recettore ormonale e lo status di HER2, trattamenti precedenti, altre condizioni di salute del paziente, gli obiettivi del trattamento, e la qualità di equilibratura della vita con gli effetti collaterali del trattamento. Il vostro oncologo può prescrivere un agente chemioterapico, o una combinazione di agenti. A volte una certa combinazione di farmaci sarà dato per più cicli. Se sembrano non lavorare o di smettere di lavorare, il fornitore può raccomandare che la combinazione di farmaci essere cambiato. Il provider può anche dare una pausa di chemioterapia se ha gravi effetti collaterali da farmaci.

    Alcuni pazienti con tumori al seno avanzato ricevono un certo numero previsto di cicli di terapia. Alla fine di questo numero di cicli, il trattamento viene interrotto. Alcuni pazienti possono avere un intervento chirurgico al seno aggressivo (o intervento conservativo della mammella o le modifiche mastectomia radicale) prima o dopo la chemioterapia. Altri pazienti necessitano di chemioterapia per il resto della loro vita. Per questi pazienti, il tumore al seno può diventare una malattia cronica che non va mai via; tuttavia, spesso può essere controllato per molti, molti anni con i farmaci che non fanno il paziente molto malato. Per questi pazienti, uno scopo del trattamento è efficace per la chemioterapia da dare mentre il paziente mantiene una buona qualità di vita. Sulla base della sua propria salute, i vostri valori personali e desideri, e gli effetti collaterali si potrebbe desiderare di evitare, è possibile lavorare con i provider a venire con il miglior regime per il vostro stile di vita.

    Chemioterapia

    La terapia mirata

    La terapia ormonale

    Quando il patologo esamina un campione di tumore, lui o lei può decidere che il tumore esprime recettori per gli estrogeni e / o progesterone. I pazienti i cui tumori esprimono recettori per gli estrogeni sono candidati alla terapia con farmaci estrogeni blocco. farmaci estrogeno-bloccanti comprendono tamoxifene e una famiglia di farmaci chiamati inibitori dell’aromatasi (anastrozolo. letrozolo. exemestane).

    Radiazione

    La radioterapia è l’uso di raggi X ad alta energia per uccidere le cellule tumorali. Ci sono molti modi in cui la radioterapia può essere utilizzata per i pazienti con carcinoma mammario avanzato. Alcuni pazienti necessitano di radioterapia al seno o alla parete toracica dopo mastectomia radicale modificata. Molti pazienti che hanno questo trattamento richiederà anche la radiazione per l’ascella (ascellare) o sopraclaveari regioni (parte inferiore del collo). Questa radiazione può essere somministrato contemporaneamente come radiazione al seno o parete toracica, e viene dato con l’obiettivo di uccidere le cellule tumorali che possono essere in linfonodi del paziente. Generalmente, questa radiazione richiederà al paziente di venire per trattamenti di radiazione 5 giorni a settimana per 5-6 settimane. I trattamenti di radiazione stessi sono indolori, ma l’irritazione della pelle e la stanchezza possono sviluppare come il corso di radiazione continua.

    La radioterapia può essere utilizzato anche per avanzati pazienti con cancro mammario che sviluppano tumori che causano sintomi o problemi in altre parti del corpo, compreso il cervello, midollo spinale, braccia e gambe, fegato o polmoni. Spesso, ma non sempre, questa radiazione può essere somministrata in brevi corsi di 1-3 settimane.

    Test clinici

    Gli studi clinici sono estremamente importanti nel promuovere la nostra conoscenza di questa malattia. E ‘però gli studi clinici che sappiamo quello che facciamo oggi, e molte nuove e interessanti terapie sono attualmente in fase di sperimentazione. Parlate con il vostro fornitore di assistenza sanitaria di partecipare a sperimentazioni cliniche nella vostra zona.

    Follow-up cura e sopravvivenza

    Una volta che il paziente è stato trattato per il cancro al seno, ha bisogno di essere seguito da vicino per una ricorrenza. In un primo momento, si avrà visite di follow-up ogni 3-6 mesi. Più a lungo si è liberi di malattia, meno spesso si dovrà andare per i controlli. Dopo 5 anni, si può solo vedere il vostro fornitore di una volta all’anno. Per quelli trattati con chirurgia conservativa del seno si viene richiesto di avere una mammografia circa 6 mesi dopo il completamento del trattamento e poi almeno una volta all’anno per il futuro. Le donne trattate con un singolo mastectomia dovrebbero avere mammografie annuali del seno rimanente. Poiché avere il cancro al seno avuto è un fattore di rischio per ottenere di nuovo, avendo mammografie è estremamente importante.

    Se sta assumendo tamoxifene, è importante che si ottiene un esame pelvico ogni anno e segnalare eventuali sanguinamento vaginale anomalo al provider. Tamoxifene può aumentare il rischio di cancro uterino e sanguinamento vaginale può essere un sintomo di cancro uterino. Se si sta assumendo un inibitore dell’aromatasi la salute delle ossa sarà strettamente monitorato.

    Se si hanno sintomi di recidiva vostro provider vi istruirà avere altri test fatto come ad esempio: il sangue test, tra cui gli studi marker tumorali e test di funzionalità epatica, TAC, scintigrafia ossea, la risonanza magnetica, la biopsia e radiografie. E ‘importante parlare con il proprio fornitore per quanto riguarda eventuali nuovi sintomi o effetti collaterali che si trovano a dover determinare se questi sintomi potrebbero essere correlati alla ricorrenza, effetti collaterali a lungo termine del trattamento, o di un altro problema di salute correlato.

    Ci sono un certo numero di effetti collaterali a lungo termine e le questioni relative al trattamento per il cancro al seno. Ecco alcuni degli effetti collaterali più comuni e problemi che si possono avere per gestire dopo il trattamento per il cancro al seno:

    • Linfedema è l’accumulo di liquido nel braccio in cui si era linfonodi rimossi. Linfedema provoca gonfiore, senso di oppressione e, talvolta, dolore al braccio interessato. Il provider può fare riferimento a un fisioterapista specializzato nel lavoro con linfedema. Si dovrebbero essere istruiti su come ridurre il rischio di sviluppare linfedema.
    • problemi di immagine corporea sono comuni a quelli trattati con la chirurgia. La rimozione di parte o addirittura tutto il seno può lasciare una sensazione donna come se lei è sfigurato. Parlate con il vostro fornitore per quanto riguarda le opzioni che avete tra cui parlando con un terapeuta specializzato in problemi di immagine corporea, un chirurgo ricostruttivo e qualcuno che offre e si adatta reggiseni speciali e inserti.
    • La sessualità può essere influenzato ed è legata ai problemi di immagine corporea di una donna potrebbe affrontare. Una donna può essere lasciato con cicatrici da un intervento chirurgico, la mancanza di sensibilità del seno (s) e può anche essere influenzata da mal di petto cronico. Parlate con il vostro fornitore e un partner per determinare il modo di gestire i problemi della sessualità.
    • La fertilità è un argomento che dovrebbe essere discussa prima di iniziare il trattamento dal momento che alcuni trattamenti possono influire sulla capacità di una donna di avere un bambino. Se dopo il trattamento una donna vorrebbe concepire, si potrebbe desiderare di vedere uno specialista Oncofertility per valutare la fertilità.

    Sopravvivenza al Cancro è una relativamente nuova attenzione della cura oncologica. Con circa 15 milioni di sopravvissuti al cancro nei soli Stati Uniti, vi è la necessità di aiutare i pazienti transizione da trattamento attivo alla sopravvivenza. Cosa succede dopo, come si fa a tornare alla normalità, ciò che si deve sapere e fare per vivere in buona salute per il futuro? Un piano di assistenza sopravvivenza può essere un primo passo per educare te stesso su la navigazione della vita dopo il cancro e aiutare a comunicare consapevolmente con i tuoi fornitori di servizi sanitari. Creare un piano di assistenza sopravvivenza oggi su OncoLink.

    Risorse per ulteriori informazioni

    Dopo la diagnosi del cancro al seno

    BreastCancer.org

    Una organizzazione senza scopo di lucro dedicata a fornire il più affidabile, completa e up-to-date informazioni sul cancro al seno.
    http://www.breastcancer.org/

    VIGORE

    Di fronte il nostro rischio di cancro Empowered è una organizzazione senza scopo di lucro per le donne che sono ad alto rischio di seno o tumori ovarici a causa della loro storia familiare e lo status genetico.
    http://www.facingourrisk.org/index.php

    Linda Creed Breast Cancer Foundation

    La missione di Linda Creed è quello di combattere il cancro al seno con il cuore attraverso l’educazione su base comunitaria e di rinvio, il supporto, la difesa e il servizio diretto per chi ne ha bisogno.
    http://www.lindacreed.org/

    Vivere al di là del cancro della mammella

    Fornisce supporto e formazione per pazienti, familiari e operatori sanitari.
    http://www.lbbc.org/

    Incinta con il cancro

    Dedicato a fornire le donne con diagnosi di cancro durante la gravidanza con informazioni, sostegno e speranza.
    http://www.pregnantwithcancer.org/

    di Suor Network, Inc.

    Mira ad aumentare l’attenzione locale e nazionale per l’impatto che il cancro al seno ha avuto sulla comunità afro-americana.
    http://www.sistersnetworkinc.org/

    Susan G. Komen Breast Cancer Foundation

    la più grande fonte no-profit al mondo di finanziamento per la lotta contro il cancro al seno, investendo in ricerca, sensibilizzazione della comunità di salute, la difesa e programmi in oltre 30 paesi.
    http://ww5.komen.org/

    Young Survival Coalition

    Una organizzazione globale dedicata alle criticità uniche per le giovani donne che sono diagnosticati con cancro al seno.
    http://www.youngsurvival.org/

    Le madri di supporto figlie con il cancro al seno (MSDBC)

    Una organizzazione di supporto per le madri le cui figlie hanno il cancro al seno.
    www.mothersdaughters.org/

    Sharsheret

    Appendice: Completa il cancro al seno Staging

    Informazioni palco per il cancro al seno (American Joint Commission versione 1,2016)

    Tumore primitivo (T)

    Metastasi in dieci o più linfonodi ascellari (almeno un deposito del tumore superiore a 2,0 mm); o metastasi al infraclavicolare (livello III ascellari) i nodi

    Riferimenti

    Comprehensive Network National Cancer. NCCN Guidelines Version cancro al seno 1,2016.

    parole

    Related posts

    • Bone cancro la malattia Guida di riferimento, il trattamento del cancro osseo.

      Panoramica cancro alle ossa è un tumore raro che inizia in un osso. cancro osseo può iniziare in qualsiasi osso del corpo, ma più comunemente colpisce le ossa lunghe che formano le braccia e gambe ….

    • Breast Cancer Ricorrenza, se i rendimenti del cancro al seno.

      Fornisce informazioni su tutte le forme di cancro e offre numerose brochure e pubblicazioni per i pazienti e gli operatori sanitari. La loro pagina di cancro al seno aiuta gli utenti a rispondere critica …

    • Breast Cancer Dovrei avere chemioterapia per i primi di-Stage Cancro al seno, il cancro può ritornare dopo

      Le opzioni Avere la chemioterapia dopo l’intervento chirurgico per il tumore al seno in stadio precoce. Non hanno la chemioterapia. Questa informazione è per coloro che stanno decidendo sulla chemioterapia per fase iniziale …

    • Sintomi cancro alle ossa e opzioni di trattamento efficace libere in Sarcoma Oncologia Centro, osso

      Benigna – Il cancro si danneggia il tessuto osseo sano, ma non si diffonde ad altri tessuti maligni – Il cancro si danneggia il tessuto osseo sano e si diffonde ad altri tessuti come pure sintomi di …

    • Cancro al seno Tappe cancro al seno, possono mettere in scena 1 cancro al seno diffuso alle ossa.

      I nostri medici usano informazioni sulla fase di un cancro per determinare il tipo di trattamento che probabilmente funziona meglio di curare o controllare. T: la dimensione del tumore N originale: se il …

    • Fasi cancro alle ossa, midollo speranza di vita il cancro secondario.

      Come è osso cancro trattati? Qui ci sono alcuni tra i sistemi utilizzati per la stadiazione del cancro delle ossa: Enneking System – Questo sistema è deriva dal grado (G) del cancro o la sua aggressività, il …

    Related posts